PROSECCO SUPERIORE VALDOBBIADENE DOCG EXTRA DRY DALDIN

PROSECCO SUPERIORE VALDOBBIADENE DOCG EXTRA DRY DALDIN

SPUMANTE NATURALE METODO CLASSICO CORVINA DOSAGGIO ZERO MILLESIMATO 2017 17/24 MONTENIGO

SPUMANTE NATURALE METODO CLASSICO CORVINA DOSAGGIO ZERO MILLESIMATO 2017 17/24 MONTENIGO

VINO FRIZZANTE RIFERMENTATO SUI LIEVITI BEPI BUPOLA DALDIN

11,90 €
Disponibilita': Disponibile
SKU
2610
Regione Veneto
Tipologia Bianco
Annata 2019
Classificazione Vino Frizzante
Bepi Bubola, è il soprannome di Giuseppe Dal Din, fondatore della Dal Din Spumanti. Questo era il suo vino, che rispecchia le origini e la tradizione del nostro territorio. Ottenuto dalle uve Glera, Bianchetta e Perera, questo vino viene imbottigliato all’inizio della primavera (successiva alla vendemmia) e grazie ai propri lieviti autoctoni rifermenta naturalmente. E’ un vino in continua evoluzione, sempre diverso. A pochi mesi dall'imbottigliamento esprime profumi freschi e fruttati e un “gusto” giovane. Più passa il tempo più il contatto con i lieviti lo rende complesso, asciutto e sapido, con piacevoli sentori di crosta di pane. Si può bere velato, agitando la bottiglia per riportare in sospensione il “fondo”, ma la massima finezza si ottiene versandolo lentamente in caraffa evitando di farlo intorbidire.
Maggiori Informazioni
Regione Veneto
Tipologia Bianco
Cantina La storia della Cantina Dal Din si fonde con quella della tradizione della coltura del baco da seta. L’edificio infatti, porta con sé la ristrutturazione di architettura industriale dell’ antica Filanda degli Zadra, sorta verso la metà dell’800 che segnò fortemente l’economia di questo territorio fino a metà del ‘900, quando la Seconda Guerra Mondiale portò l’industria della seta verso il suo declino. Dalle statistiche emerge che in filanda vi lavoravano 80 donne, le quali riducevano in seta grezza i bozzoli prodotti nelle case dei contadini del paese, per poi spedire il prodotto finito alle industrie di Venezia e Vicenza per la successiva lavorazione in tessuti. L'azienda è stata fondata nel 1960 da Giuseppe Dal Din, capostipite della famiglia e appassionato viticoltore, con la moglie Lena. Di seguito la figlia Norma, Donna del Vino ed amministratrice, ha lavorato a stretto contatto con il marito Riccardo che seguiva tutta la filiera produttiva, dalla cura dei vigneti alla vinificazione e spumantizzazione, facendo tesoro della migliore tradizione enoica. Oggi l'azienda è seguita da Norma, dalla figlia Alessandra e dal marito Oscar. Frutto di un lavoro accurato che attraverso gli anni hanno sommato esperienza, tecnologia e professionalità, alla passione e all'amore per un'arte tanto antica quanto moderna, che permettono oggi di proporre alla clientela una produzione di qualità e prestigio. Spumanti Dal Din ha ricevuto il riconoscimento di azienda storica dal 1960 da Confartigianato Asolo Montebelluna.
Classificazione Vino Frizzante
Uve Glera 50%, Bianchetta 25%, Perera 25%
Vigneti La pedemontana trevigiana, e in particolare le colline che da Valdobbiadene si estendono verso Conegliano, ostentano da secoli la propria nobiltà nella curata geometria delle vigne che ne impreziosiscono dolcemente i pendii. E’ terra buona, questa, che deve la sua configurazione fisica all’antico ghiacciaio del Piave sceso in epoche primordiali dalle Dolomiti, mentre la terra assorbiva ricchezza di sostanze preziose, quelle stesse che ora dona generosamente alle viti del Prosecco. Queste colline, con un’altitudine variabile dai 50 ai 500 metri sul livello del mare, emerse nell’epoca terziaria sono formate per lo più da marne, accompagnate da arenarie, e rocce tipiche dei fondali marini con una composizione fisico chimica fra le più adatte a trasmettere alle uve profumi e sapori caratteristici, accentuati dall’alta escursione termica che, favorendone una corretta maturazione, ha fatto del Prosecco lo spumante italiano più richiesto del mondo.
Vinificazione Vinificazione in bianco con pressatura soffice, vendemmia dal 15 di Settembre al 10 Ottobre, metodo di spumantizzazione tradizionale con fermentazione a temperatura controllata con lieviti selezionati e presa di spuma di 60 giorni.
Affinamento Due mesi in bottiglia prima della commercializzazione.
Note organolettiche Colore giallo paglierino leggermente velato, profumi stuzzicanti di pompelmo, lievito e ginestra si alternano a sentori di mela verde e felce seguiti da richiami minerali e salmastri, il gusto è secco, fresco e dalla sapidità ben definita. Finale elegante e citrino.
Bicchiere ideale Flute o tulipano alto
Abbinamenti Vino fresco, primaverile, dalla notevole mutazione temporale data dalla permanenza sui lieviti, si presta perfettamente ad accompagnare aperitivi di pesce, fritti, frittate, salumi e formaggi semi stagionati. Parmigiana di melanzane.
Temperatura di servizio
Annata 2019
Alcol 11%